Avete solo poche ore a disposizione per visitare la città simbolo del Rinascimento italiano?

Niente paura, ecco qua un piano dettagliato per visitare al meglio Firenze anche se avete solo un weekend per farlo.

Iniziate con il programmare dettagliatamente il tempo che avete a disposizione, avvantaggiatevi con l’acquisto di biglietti per musei e per i mezzi di trasporto in anticipo, cosicché eviterete estenuanti code e risparmierete un sacco di tempo. 

GIORNO 1

Il primo giorno iniziate con la visita a una delle piazze più belle di Firenze, Piazza della Signoria:  è la sede del comune fiorentino e si trova nel cuore della città, a poche decine di metri dal Duomo e da Ponte Vecchio. 

Una visita al museo di Palazzo Vecchio è obbligatoria, almeno per ammirare il Salone dei Cinquecento, uno dei saloni più ampi e preziosi d’Italia che fu costruito come sede per i 500 membri del Consiglio Maggiore nel 1494.

Proseguite ora verso il Duomo attraversando Via dei Calzaiuoli e approfittatene per un po’ di shopping o per un buon gelato: provate quello di Grom o del Festival del Gelato, altrimenti consultate la classifica delle migliori gelaterie di Firenze.

Adesso che vi trovate in piazza del Duomo, ammirate da vicino uno dei monumenti più imponenti nonché simbolo della città nel mondo, la Cattedrale di Santa Maria del Fiore, ossia il Duomo di Firenze.

L’ingresso al suo interno è gratuito mentre quello del battistero costa € 5.

Proseguite l’itinerario con una tappa (OBBLIGATORIA) alla Galleria degli Uffizi e continuate con una passeggiata sul Ponte Vecchio.

La giornata è agli sgoccioli, adesso potete rilassarvi, fare un aperitivo o una cenetta e godervi Firenze by Night.

 

GIORNO 2 

La giornata inizia con una visita al mercatino di San Lorenzo da cui potrete ammirare la basilica. Dirigetevi poi verso le cappelle Medicee e fate una breve sosta all’Opificio delle pietre dure. All’ora di pranzo fate un salto al Mercato Centrale di Firenze per assaporare una delle tante prelibatezze della cucina toscana.

Dopo pranzo recatevi in direzione di Piazza San Marco e, proprio lungo la strada, noterete una lunga fila di turisti che aspettano per entrare all’interno della Galleria dell’Accademia per ammirare una delle opere più celebri di Firenze: il David di Michelangelo.

Il museo di San Marco si trova a poche decine di metri da qui: al suo interno ammirerete alcune delle opere più importanti del Beato Angelico

Terminata la visita ai musei tornate verso San Lorenzo e, dirigendovi verso la stazione, noterete la maestosa Chiesa di Santa Maria Novella.

 

GIORNO 3

Il terzo giorno potete dedicarlo alla zona d’Oltrarno, ossia la riva sinistra del fiume Arno. 

Attraversate così Ponte Vecchio e dirigetevi in direzione di Palazzo Pitti, antica residenza dei granduchi di Toscana, dei Medici e dei Savoia che si trova sulla collina di Boboli.  Il parco di Palazzo Pitti è il giardino di Boboli: l’architettura del parco è così vasta ed articolata da renderlo unico nel suo genere, si tratta di un vero e proprio museo all’aria aperta per le decine di statue e fontane in pietra che lo ornano e piante e fiori che incorniciano il tutto in modo spettacolare. Tra viali, stradine, viottoli e sentieri, si impiegano circa tre ore per visitarlo interamente.

L’itinerario si conclude con una visita a Piazzale Michelangelo che raggiungerete facilmente proseguendo verso Via dei Bardi e quindi San Niccolò. Da qui salirete fino al Piazzale e la vista che si aprirà davanti a voi pagherà la fatica della scalinata.